LA SOCIETA’ DELLA (DIS)INFORMAZIONE

A che età avete perso l’innocenza?

Intendo dire, vi ricordate quando avete cominciato a capire che la società in cui viviamo non è quella che sembra?

Ciò che pensiamo di essere differisce molto da ciò che siamo veramente.

Il mondo viene dipinto dai media in un certo modo ed a prima vista, la nostra civiltà appare in una forma particolare.

Se per esempio un marziano dovesse guardare la tv, leggere I giornali, farsi una scorpacciata di film, acquisirebbe una visione X del pianeta terra.

Una volta atterrato, dopo tanti anni vissuti nella nostra società, rimarrebbe forse traumatizzato e stupito di cosa non siamo capaci e di quanto piccola era la punta di quell’enorme iceberg.

dittatura_del_pensiero_unico confused

Quasi niente è come sembra e quando pensavamo di aver visto tutto…

E’ fondamentale secondo me che ognuno di noi si renda conto che per quanto istruito e per quanto sicuro di sè, siamo tutti ignoranti.

A volte l’ignoranza è un bene, generalmente è un male io credo.

Il male assoluto è sicuramente l’arroganza. Credere di sapere tutto e di essere autosufficienti.

Le persone più intelligenti ed istruite hanno la tendenza a cadere in questa trappola e si ammalano spesso di “Teomania” o “Megalomania” che conducono alla distruzione.

È per questo che imperi, superpotenze, dittature decadono… e … crollano.

Crollano sotto il peso dell’oppressione che hanno creato.

Crollano sotto il peso di corruzione, manipolazioni, menzogne, complotti che hanno creato milioni di vittime e sofferenza a miliardi di persone.

Ovviamente tutto questo può solo funzionare con uno show di marionette in primo piano, un MATRIX.

In questo intervento del 2008, il Prof. Giovanni Leonardi ci parla della società dell’informazione, ovvero della disinformazione. Ovvero di come I media occultano, esagerano e manomettono l’informazione.

Articolo a cura di Alexander Casu Lorne

Annunci

Informazioni su krisis21

Sono un Videomaker, regista, Blogger. Ho aperto Krisis21.com per dare un contributo alla società: aprire e risvegliare le coscienze. Economia, società, psicologia, spiritualità, scienza, arte, cultura visti da una nuova prospettiva per affrontare la crisi umana individuale e collettiva che stiamo affrontando in questo difficile ventunesimo secolo.
Questa voce è stata pubblicata in SOCIETA' e contrassegnata con . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...