Ѐ ARRIVATA L’ESTATE E NESSUNO VUOLE INVECCHIARE: IMMORTALI PER GODERE, CONTENTI MA PER FINTA?

Finalmente è arrivata l’estate, e con essa, aumentano le opportunità per mettere in mostra il proprio corpo. Ѐ cominciata quindi la corsa ossessiva verso la perfezione fisica. Giovani e meno giovani investono enormi quantità di tempo ed energie per raggiungere questo scopo.

-216306_w1000

In una società sempre più frenetica dove le relazioni sono sempre più veloci e superficiali, è innegabile che le apparenze prevalgono quasi sempre sulla “vera sostanza” delle persone.

Come potete notare dal video qui in alto, ho intervistato Ilaria Caprioglio, Scrittrice ed autrice del libro “Senza Limiti”,  dice che “ormai viviamo in una società dell’immagine”, “siamo passati dall’Homo Sapiens all’Homo Videns…… e nessuno vuole più accettare l’invecchiamento”.

cop.aspx

Da un lato penso sia normale che l’uomo desideri un corpo sempre giovane, performante e funzionante che gli dia la totale libertà di muoversi e gioire a pieno della vita terrena.

Tuttavia quando questo desiderio diventa un’ossessione, cominciamo a distruggere la nostra capacità di gioire, rischiando di entrare nella psicosi del ventunesimo secolo: l’immortalità. Una socio-psicosi. Lo stile di vita filosofico-economico-sociale che i paesi industrializzati hanno scelto di seguire, porta infatti gli individui a rifiutare il ciclo naturale della vita che finisce con quello che è forse l’evento più censurato dei giorni nostri: la morte, che secondo innumerevoli religioni, credi, culture e testimonianze NDE (esperienze post-mortem) non è nient’altro che il passaggio da una dimensione ad un’altra (esistenza dell’anima umana).

In molte antiche civiltà, erano i valori spirituali, familiari, morali le colonne portanti della vita umana, a cui si dava un significato molto profondo ed elevato. Il destino, lo scopo supremo. La crescita e lo sviluppo della mente e dell’animo. Questo era ciò che veniva considerato importante, visto che al momento del nostro trapasso, sarebbe stato l’unico bagaglio permesso.

Gli anziani erano ammirati, considerati “tesori” da cui trarre conoscenza e benedizioni.

Oggi vengono spesso sbattuti in una struttura lontana e dimenticata da tutti, come un prodotto scaduto. Un peso di cui liberarsi.

Ormai la vita è un prodotto di consumo. Mangia, bevi, spendi, compra, lavora  più che puoi perché come diceva un mio vecchio compagno e amico di scuola, “l’importante nella vita è divertirsi”. Anche a me piace divertirmi, e tanto anche, ma posso testimoniare che l’amore, la spiritualità, la vera conoscenza sono stelle del cielo nel firmamento che portano un tipo di felicità che va al di là di ogni sensazione corporea e ti permettono di godere a pieno di quelle stesse sensazioni materiali che non vanno censurate o proibite come se fossero un male ma solo controllate. Il problema infatti si presenta quando noi eliminiamo o mettiamo da parte quei valori.

maxresdefault 18122014102150

Il materialismo ci lascia infine insoddisfatti, vogliamo sempre di più mentre quando ci eleviamo e coltiviamo quello che ci differenzia maggiormente dal regno animale, le qualità spirituali, non siamo più schiavi e ci sentiamo dissetati e soddisfatti pur senza rinunziare ai “beni terreni”.

L’invecchiamento è forse nient’altro che una lenta liberazione dal nostro corpo che è limitato e che ci rappresenta solo in minima parte, come la punta di un iceberg. Dentro di noi c’è molto ma molto di più. Credo che se dovessimo paragonare la nostra anima al nostro corpo e cercare una similitudine adeguata, potremmo dire che se il nostro corpo è un raggio di sole riflesso,con la capacità di infuocare un pezzo di carta; la nostra anima è il sole stesso che illumina e dà vita all’intero sistema solare. Eppure passiamo la nostra esistenza a giudicare gli altri e noi stessi per questo corpicino che presto o tardi si appassirà. Oppure giudichiamo sulla base di atteggiamenti e modi di fare che consideriamo “cool” = ”fighi”.

iStock_000035680754Medium_web old-people-taking-selfies-5

Abbiamo fondato la nostra società su un’illusione e su un sistema economico-sociale basato sul consumo, (materialismo selvaggio) e forse la mania per le apparenze esteriori e il desiderio di immortalità terrena testimoniano che siamo sulla strada sbagliata, visto che alla fine tutto ciò sta distruggendo non solo la felicità nostra e delle future generazioni, ma anche il nostro stesso benessere materiale che il “sistema” ci aveva promesso.

Vi lascio con Ilaria Caprioglio che in una breve intervista, fa un’analisi molto interessante sull’argomento in questione (vedi video all’inizio dell’articolo)

Alexander Casu Lorne

Annunci

Informazioni su krisis21

Sono un Videomaker, regista, Blogger. Ho aperto Krisis21.com per dare un contributo alla società: aprire e risvegliare le coscienze. Economia, società, psicologia, spiritualità, scienza, arte, cultura visti da una nuova prospettiva per affrontare la crisi umana individuale e collettiva che stiamo affrontando in questo difficile ventunesimo secolo.
Questa voce è stata pubblicata in ATTUALITA', SALUTE E BENESSERE, SOCIETA', SPIRITUALITA' E RELIGIONE e contrassegnata con , , , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...